INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Lunedì
16 Set 2019

San Cipriano

Luna: 2 gg dopo
Luna Piena

A rubar poco si va in galera a rubar tanto si fa carriera.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Galatone » La storia
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

La storia

Le origini

galatone il castelloDa secoli, studiosi di ogni tempo, si sono angosciati nel riuscire a dare una data di nascita alla cittadina; purtroppo, la assoluta mancanza di informazioni storiche rendono l'impresa molto ardua e lasciano libero sfogo alle più disparate ipotesi.

Alcuni studiosi, per esempio, fanno risalire la nascita di Galatone ai tempi della conquista romana della Grecia (III - II Secolo a.C.): giunti i Romani in Tessaglia (la regione immediatamente ad est dell'Epiro) sotto la guida del console Tito Quinzio Flaminio, portarono nel Salento una parte popolazione tessale. Giunti da noi, costoro fondarono qui una città, cui diedero, ad imperituro ricordo, il nome della loro cittadina d'origine: Galatàna.

Ultimamente, però, alcuni storici sono propensi ad individuare l'origine di Galatone nelle migrazioni celtiche che interessarono l'intera Europa verso il IV - III secolo a.C. I Celti lasciarono i loro luoghi d'origine dell'Europa Settentrionale alla ricerca di nuovi territori. Con a seguito donne e bambini, questo popolo guerriero discese sino in Grecia e Turchia.

  Galatone SS. Crocefisso

Verso il III sec. a.C., però, i Celti, chiamati dalle popolazioni meridionali anche Galàti si ritirarono, facendo ritorno nei loro luoghi d'origine. Una parte di essi, però, attraversò lo stretto braccio di mare che separa la Grecia dall'Italia e si stabilì nel Salento.

Dai Galàti, sorse, quindi, secondo questi studiosi, quello che sarebbe stato il primo nucleo della moderna Galatone: era il 270 a.C.

Tuttavia queste sono solo ipotesi ma esistono testimonianze tangibili che consentono di affermare che questi luoghi erano popolati sin dai tempi più remoti.

In particolare un menhir (il menhir Coppola sito nell'omonima contrada) permette di retrodatare sino al oltre il X sec. a.C. gli insediamenti umani nell'area di Galatone; inoltre tra i recenti ritrovamenti della Grotta de' Cappuccini sono state rinvenute, uniche in Italia, suppellettili e fibule in bronzo che è stato possibile datare all'VIII secolo a.C. che possono direttamente collegarsi con analoghi ritrovamenti avvenuti in Germania, segno evidente degli scambi culturali tra queste regioni tra loro lontanissime.

Con i Romani Galatone fu particolarmente importante, visto che sorgeva sulla principale direttrice Ionica che, attraverso Gallipoli ed Alezio conduceva sino al capo di Leuca.

Con la caduta dell'impero, seguirono anni bui, segnati dalle invasioni delle orde barbariche prima e dalle incursioni dei pirati Saraceni dopo. Questa dolorosa situazione si protrasse sino all'VIII - IX secolo d.C. quando i Bizantini estesero il loro controllo su tutto il Salento.

Documento creato il 16/08/2004 (13:25)
Ultima modifica del 03/01/2014 (08:39)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124