INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Sabato
18 Ago 2018

Sant' Elena Madre di Costantino

Luna: Primo Quarto

Non è ricco chi il denaro tiene chiuso, ma chi lo spende per farne buon uso.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Sagra a Depressa
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Sagra a Depressa

17 agosto 2012

Non è una sagra. E' la Sagra ... una festa attesa un anno. Perché non è un gruppo di persone che prepara e opera ma una intera comunità, tutti i cittadini di Depressa che si trasformano in artigiani del gusto e dei sapori.

E' questo lo spirito che anima i volontari della Parrocchia e che li vede instancabili lavoratori spinti da una forte motivazione alla base: costruire un oratorio che sia “casa” per bambini, giovani e anziani della comunità. Dal 29 giugno 2008, posa della prima pietra, grazie agli introiti delle precedenti edizioni e al contributo della CEI, quel sogno si è concretizzato. Le mura di questa bellissima struttura oggi raccontano di sacrifici e notti insonni delle nostre massaie e di tutti gli abitanti di questo piccolo paese.

Da allora tanto è stato fatto e tanto rimane ancora da fare. Ecco perché l'incasso della serata continuerà ad essere devoluto per il completamento dell'edificio. E pensare che si diceva fosse follia immaginare di costruire un oratorio con una sagra. Ed invece quella follia è divenuta una piacevole sorpresa, una bella realtà.

Come realtà è trasformare per un giorno piazza Duca di Salve in un ristorante sotto le stelle dove vengono a mescolarsi profumi, sapori, suoni ed odori: pezzetti di cavallo, paseddhi e pasuli alla pignata, servole, salsiccia, pittule, patatine, paparina e foje reste, contorni da vecchie ricette salentine, frutta di stagione, dolci della tradizione, spumoni, limoncello e caffè tutto da gustare al ritmo tambureggiante della pizzica.

Ma il piatto principe, che ha dato nome alla manifestazione, è la pasta fatta a casa. Orecchiette, sagne torte e minchiareddi serviti, con la dolcezza delle nostre operatrici, in varie salse con pomodori, ricotta scante, cime di rape, e ancora massa e ciceri per accontentare i palati più fini e quelli più golosi.

Ma, nell'esperienza ormai più che decennale, ciò che ha decretato il successo di questa sagra, punto di riferimento per tutto il Sud Salento, è l'accoglienza; perché ognuno degli avventori non è considerato un turista o un locale ma un ospite, un amico. E questo si può percepire dinanzi ad ogni singolo stand da quello dell'infopoint a quello della dimostrazione dove si può toccare con mano la complicità che si viene a creare tra le nostre massaie, che preparano sul momento la pasta fatta a casa, e le nostre ospiti, alle quali vengono svelati piccoli segreti per la realizzazione della “preziosa” e genuina pietanza. E ancora tante sorprese per grandi e piccini nel corso della serata.

E allora non perdete tempo... il 17 agosto tutti a Depressa per la Sagra de la pasta fatta a casa-sapori antichi con inizio alle ore 20… perché chi viene, chissà perché, ci ritorna. Buon divertimento.

Documento creato il 06/08/2012 (19:32)
Ultima modifica del 04/09/2012 (09:34)

Fortune Cookie...

La bellezza dura fino alle porte, la bontà fìno alla morte.
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124