INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Mercoledì
23 Mag 2018

San Doroteo Monaco russo

Luna: 1 gg dopo
Primo Quarto

Gatto che non è goloso, non piglia mai sorcio
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Violenze sulle donne
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Violenze sulle donne

Bisogna preparare il personale di Pronto Intervento

Lo “Sportello dei Diritti” propone nuove misure contro l’emergenza stupri e violenze sulle donne. Bisogna preparare il personale di Pronto Intervento

Lo "Sportello dei Diritti" della Provincia di Lecce di cui è delegato l’Assessore Carlo Madaro raccogliendo le proposte del Comandante del R.I.S. dei Carabinieri di Parma, colonnello Luciano Garofano che di recente è stato ospite dell’Università degli Studi di Lecce, in occasione della "Notte Bianca dei ricercatori", si rivolge a tutte quelle componenti della Pubblica Amministrazione che sono le prime ad intervenire in occasione di violenze e abusi o presunte violenze a danno delle donne, in un periodo in cui sono, purtroppo, fenomeni in costante aumento e quotidianamente alla ribalta delle cronache italiane.

Ci si rivolge in particolare alle Asl per quanto riguarda i Pronto Soccorsi, i servizi di "118" e quindi al personale medico e paramedico, nonché alle Forze di Polizia che sono per prime ad intervenire e ad avere i primi contatti con le vittime di abusi o presunte violenze.

Il momento topico per il recupero di tracce organiche o per la raccolta di dichiarazioni o informazioni, infatti, è per le scienze forensi e gli inquirenti e quindi per chi in seguito svolgerà le indagini, quello di primo contatto con la vittima. La raccolta di tali dati è di fondamentale importanza per una tempestiva scoperta dei colpevoli o per scagionare gli innocenti che a volte vengono erroneamente indicati dalle vittime degli stessi abusi.

Purtroppo, però, ci si è accorti in questi anni che solo piccoli passi avanti sono stati fatti nella raccolta dei primi dati, a causa dell’incolpevole impreparazione dei soggetti che per primi vengono a contatto con le vittime o con coloro che si dichiarano tali.

Sarebbe quindi opportuno, come è già stato fatto per la Polizia Giudiziaria attraverso la realizzazione di Corsi per la formazione sulla scena dei crimini, intervenire anche a livello locale con l’organizzazione di Corsi di preparazione psicologica e scientifica del personale di Primo Intervento affinché, oltre a salvaguardare sin dall’inizio la traviata psiche delle vittime, non vengano disperse preziose tracce o notizie al fine di assicurare alla giustizia i colpevoli di questi odiosi reati e scagionare gli innocenti.

Lecce, 6 ottobre 2006 L’Assessore al “Mediterraneo con delega allo “Sportello dei Diritti” Carlo Madaro

Documento creato il 05/10/2006 (17:03)
Ultima modifica del 05/10/2006 (17:03)

 

Articoli collegati, per maggior approfondimento:

Altro su questo portale Internet:

  1. Stop alla violenza,
    (http://japigia.com/docs/index.shtml?A=madaro30)
    Stop alla violenza sulle donne

Fortune Cookie...

Chi vuol ben parlare, deve considerare
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124