INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Giovedì
23 Nov 2017

San Clemente I Romano Papa e martire

Luna: Fra 3 gg
Primo Quarto

Chi fa presto fa per due, chi tarda sempre azzarda
Meteo nel Salento: temp. 8 °C, Umid. rel. 87%, Scirocco (1.03 m/s, Bava di vento), press. 1021 hPa
 
 Home » Festa di San Giovanni
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2010

mostra altre voci

Festa di San Giovanni

Festa a Casarano

E' sicuramente l'appuntamento piu' sentito e amato dai Casaranesi quello dei sontuosi festeggiamenti in onore di San Giovanni Elemosiniere, patrono della Citta', che si immergono nel solco della tradizione e della fede. Il comitato festa al lavoro dal mese di ottobre dello scorso anno, ha messo su un programma ricco ed interessante di manifestazioni che fa proiettare, ancor piu', la festa come una delle piu' sentite e prestigiose della provincia.

I RITI RELIGIOSI

Iniziano domenica 9 maggio, presso la Chiesa Madre, i riti religiosi in preparazione alla festivita' del patrocinio.

Dopo l'esposizione del venerato simulacro sul tosello, sara' celebrato il solenne Settenario di preparazione, con la santa Messa e a seguire la recita della "Coroncina", di fronte all'altare del Santo.

Sabato 15 maggio, giorno della solennita', alle ore 19.00, sara' celebrata la Solenne Messa cantata al termine della quale si snodera' la tradizionale PROCESSIONE "INTORCIATA" dei Santi Patroni che vedra' la partecipazione di tutti i gruppi ecclesiali cittadini e le cinque confraternite (tra cui quella del Santo). Al rientro, sul sagrato della chiesa, l'Arciprete, insieme ai Parroci cittadini, impartira' la benedizione alla citta' con la Santa Reliquia.

Per tutta la giornata di domenica, le sante Messe saranno alle ore 08, 09.30, 11.00 e 19.00.

IL RADUNO BANDISTICO

Per gli appassionati del genere, l'appuntamento di Casarano e' da non perdere.

Quattro i concerti bandistici che si sfideranno nelle giornate di sabato e domenica. Il primo "scontro" avverra' tra il Concerto cittadino "CITTA' DI CASARANO" e il Concerto Musicale "CITTA' DI ARADEO", rispettivamente diretti da M.to Sac. Tommaso Sabato e dal M.to Luigi Varallo.

Domenica sara' la volta dello storico Gran Concerto Bandistico "CITTA' DI AILANO (Ce)" diretto dal M.to Nicola Hansalik Samale in sfida con la grande Orchestra lirico-sinfonica CITTÀ DI CAMPOBASSO, diretta dal M.to Pasquale Aiezza. Quest'ultimo complesso si avvarrà dell'ausilio di quattro cantanti lirici, Cecilia Videtta (soprano), il nipponico Hang Sanwoo (tenore) Carla Mazzarella (soprano) e Tommaso Norelli (baritono). L'esibizione dei quattro lirici rappresenta una novità assoluta nel campo delle feste patronali salentine.

Le due cassarmoniche saranno sistemate nelle piazze San Giovanni e Indipendenza per le quali il comitato predisporra' numerosi posti a sedere.

LUMINARIE

Sarà la pluridecorata ditta F.LLI PARISI a vestire il centro cittadino con le intramontabili luminarie. Saranno addobbate tre piazze centrali (San GIovanni, Indipendenza, San Domenico) e molte arterie principali.

Il lavoro di addobbo e' cominciato nei primi giorni di aprile e ha richiesto l'utilizzo di moltissimi pali in legno.

Come ogni anno, il lavoro di "paratura" scatena la fantasia degli addobbatori e proprio grazie alle luminarie che la festa di Casarano e rinomata e conosciuta.

LA FIERA

Istituita nel 1717, con decreto di re Ferdinando II di Borbone, la fiera mercato di San Giovanni Elemosiniere, giunta alla 294^ edizione, e' considerata una delle manifestazioni commerciali piu' grandi ed importanti del Salento.

La nuova sistemazione nella zona industriale ha contribuito a far aumentare gli stands espositivi e soprattutto il numero dei visitatori che, per la giornata di domenica, sono stimati intorno ai 20.000.

L'inaugurazione della manifestazione avverra' sabato alle ore 10.00 con il tradizionale corteo delle autorita' cittadine che dal Palazzo municipale si spostera' presso il monumento dei Caduti in piazza Umberto I. Li', l'alzabandiera e lo sparo di una salva pirotecnica sancira' l'apertura della fiera e dei festeggiamenti.

LA GARA PIROTECNICA

Vero vanto dei festeggiamenti giovannei è la grandiosa e spettacolare Gara pirotecnica vedra' competere quattro artificieri noti a livello nazionale: Cav. DARIO COSMA di Novoli, Cav. F.LLI PANNELLA da Ponte (BN), Cav. LUIGI DARIO da Matino e Cav. F.lli DI CANDIA di Sassano.

A partire A partire dalle 21,00 e per circa due ore, i cieli di Casarano saranno illuminati a giorno dai colorati arabeschi e coreografie dei maestri pirotecnici.

Un'esperta giuria assegnera' un premio al miglior fuoco e un trofeo al miglior finale. Non mancherrano, ovviamente, altre manifestazioni collaterali come il tradizionale Luna Park, le mostre pittoriche sparse nel centro e soprattutto la distribuzione dell'ormai indispensabile e rinomato "Annuario" edito dal comitato festa dove si potranno attingere notizie storiche, programma dei festeggiamenti e foto, utili per gustare ed apprezzare a fondo i festeggiamenti patronali. L'annuario e' richiesto notevolmente dai numerosi forestieri che invadono la citta' e che ne fanno oggetto di collezione.

Ultimo appuntamento

è il 31 maggio con la commemorazione del miracolo avvenuto nel 1842; si narra che nel maggio di quell'anno forti piogge torrenziali minacciavano le colture e la vita stessa degli abitanti di Casarano.

Il 31 dello stesso mese, l'arciprete del tempo, Don Giorgio Romano organizzò una processione penitenziale con la statua del patrono San Giovanni Elemosiniere. Giunti in aperta campagna, nei pressi del Calvario e della Chiesa dell'Immacolata, il sacerdote cominciò ad arringare i fedeli, dicendo che le forti piogge erano un castigo di Dio, disgustato per i peccati dell'umanità.

All'improvviso, il volto rubicondo del Santo cominciò a impallidire e a sudare profusamente. Molte volte il sudore fu asciugato ma ricomparve più intensamente. Nello stesso tempo i neri nuvoloni, che si addensavano all'orizzonte, cominciavano a lasciar spazio al sole.

Nei giorni seguenti, le piogge continuarono a cadere ma non più su Casarano che fu risparmiata.

A cura del Comitato Feste Casarano

Documento creato il 01/03/2011 (10:41)
Ultima modifica del 02/03/2011 (18:42)

Fortune Cookie...

Chi accarezza la mula, buscherà dei calci
Il salento che lavora
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124