INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Martedì
17 Ott 2017

Sant' Ignazio di Antiochia Vescovo e martire

Luna: Fra 3 gg
Luna Nuova

Chi non guarda innanzi, rimane indietro
Meteo nel Salento: temp. 16 °C, Umid. rel. 94%, Ponente (1.54 m/s, Bava di vento), press. 1022 hPa
 
 Home » MALICANTI
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2010

mostra altre voci

MALICANTI

8 luglio 2010

Giovedì 8 luglio 2010 h 21:30 in piazza Giustiniani a Testaccio (davanti l'ingresso dell'ex Mattatoio), i MALICANTI in Concerto: "Pizziche e Tarantelle delle Puglie"

Il Gruppo che ha portato la cultura e la tradizione musicale della Puglia anche in Australia, lo scorso giugno è stato invitato a suonare presso l’istituto Italiano di Cultura a Bogotà In Colombia. Esegue musiche e canti tradizionali del mondo contadino della Puglia, appresi direttamente dagli anziani cantori. Il repertorio è composto da tarantelle, canti "alla stisa", canti d’amore, stornelli, canti di lavoro, e da musiche che consentono di ballare, tra cui la pizzica-tarantata, la musica che nella cultura contadina veniva usata nella cura magica degli effetti del morso della mitica “taranta” e che oggi è diventata il simbolo del rinascimento musicale salentino.presso

MALICANTI:

Daniele Girasoli: voce, violino, armonica, flauto, tamburello, cucchiai
Elia Ciricillo: voce, chitarra, tamburello, chitarra battente
Enrico Noviello: voce, chitarra battente, tamburello
Valerio Rodelli: voce, organetto, fisarmonica, tamburello
Anna Invidia: voce, organetto, tamburello

alla manifestazione organizzata da un’associazione locale di Testaccio hanno partecipato numerosi stand enogastronomici con i prodotti locali : tra cui ’olio dell’Acropoli di Puglia di Martina Franca, pomodorini secchi sott’olio, friselle di grano duro,tarallucci, lampagioni e olive nere del leccese, e i formaggi freschi delle masserie del brindisino.Non poteva mancare il vino Primitivo Negramaro e Malvasia di Leverano. Antonio Russo Presidente della numerosa comunità di pugliesi di Roma riuniti nell’Associazione “Salento Nostro” ha sottolineato: “La nostra gastronomia ricca di odori e sapori, si basa soprattutto sui piatti tipici provenienti da antiche tradizioni contadine ma che possono fare invidia ai migliori palati di chef famosi e creativi, deve essere un punto di forza per qualificare l’offerta tutto l’anno attraverso itinerari del vino e dell’olio alla ricerca di un turismo diversificato a beneficio anche di località dell’entroterra della provincia di Lecce, alla scoperta di dolmen, menhir, antiche masserie, frantoi, agriturismi, in abbinamento alla tradizione enogastronomica, e alle località marittime da incanto ormai più’ conosciute del Salento”. la “Pizzica” attraverso le voci singolari dei Malicanti ha rappresentato un momento di unione e “ritorno” alle tradizioni di una volta grazie anche all’attivissimo Vincenzo Santoro autore di varie pubblicazioni sulla cultura e la tradizione musicale del Salento presente alla manifestazione.

Documento creato il 01/03/2011 (15:28)
Ultima modifica del 01/03/2011 (15:28)
Il salento che lavora
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124