INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Domenica
19 Nov 2017

Santa Matilde di Hackeborn (o di Helfta) Monaca

Luna: 1 gg dopo
Luna Nuova

Il dotto molto pensa e poco parla, non pensa l'ignorante e sempre ciarla.
Meteo nel Salento: temp. 9 C, Umid. rel. 93%, Maestrale (2.57 m/s, Brezza leggera), press. 1012 hPa
 
 Home » Le serre salentine
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Le serre salentine

I piccoli rilievi che movimentano il Salento

serra salentina ugento

Come spesso abbiamo affermato, il Salento non ha montagne ma delle piccole colline che a malapena raggiungono i duecento metri sul livello del mare; sono conosciute con il nome di "serre" e, geograficamente, rappresentano le propaggini meridionali delle Murge che, alte a volte più di 500 metri possono considerarsi le loro sorelle maggiori.A ben vedere, però, non c'è soluzione di continuità: le Murge Salentine sono separate da quelle di Taranto e della Terra di Bari dal grande "Tavoliere di Lecce" una vasta area pianeggiante posta tra Taranto e Brindisi.

Piccole, ma importanti

serra salentina

Nonostante tutto, le serre movimentano il paesaggio e ne condizionano la vita dei suoi abitanti. Spesso regno della macchia mediterranea e delle rocce calcaree affioranti, le serre hanno costituito l'estrema risorsa, spesso difficile da porre a coltura. Ci provò il regime fascista dando inizio al "progetto Cardigliano" una città nata dal nulla verso gli anni trenta sulla "Serra di Specchia" destinato a fallire dopo il secondo conflitto mondiale.Tuttavia, le serre hanno rappresentato l'estremo rifugio, nel medioevo, contro le incursioni dei pirati lungo le coste; a Casarano, per esempio, gli abitanti trovarono rifugio sulla "Serra Campana" dai saraceni che saccheggiarono la loro città. Per lo scampato pericolo, vi costruirono una piccola chiesa dedicata alla Madonna "della Campana", protettrice di Casarano.Che dire, poi, della "Serra della Madonna dell'Alto", in agro di Alliste, che ben visibile dal mare, è stata per secoli un faro naturale per i naviganti delle nostre coste?Del resto il termine "serra" indica una catena montuosa in prossimità della costa che si allunga, per un certo tratto, in linea retta e senza avvallamenti. Proprio come succede nel Salento, anche se, chiamare "catene montuose" le nostre colline è semplicemente un eufemismo.

Documento creato il 20/06/2005 (23:09)
Ultima modifica del 20/06/2005 (23:09)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124