INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Lunedì
19 Feb 2018

Beato Corrado Confalonieri da Piacenza Eremita, Terziario francescano

Luna: Fra 3 gg
Primo Quarto

Per quanto allunghi il collo l'oca non diverrà mai cigno
Meteo nel Salento: temp. 11 °C, Umid. rel. 87%, Grecale (2.57 m/s, Brezza leggera), press. 1011 hPa
 
 Home » Golfo Mistico
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2007

mostra altre voci

Golfo Mistico

30 giugno 22 luglio 2007

Stabilimento Balneare Baia del Sol, Via Torre Lapillo, 97 Porto Cesareo Inaugurazione 30 giugno 2007 ore 17.30 - 30 giugno 22 luglio 2007

L'Ass. Bonasorta - promotrice del progetto "Artética. Descrivere il resto"-inaugura una nuova iniziativa biennale, volta a rendere omaggio ad un giovane artista con la produzione di un nuovo lavoro.Apre questa prima edizione Luigi Presicce,(Porto Cesareo'76)che da anni vive e lavora a Milano,dove sta portando avanti un importante e,oramai riconosciuto,percorso artistico che non dimentica,ma anzi si avvale delle sue radici culturali,riscoprendole.

"Golfo mistico" è il titolo del progetto realizzato da Presicce appositamente per Porto Cesareo,un rosario di grandi dimensioni che verrà collocato in mare. L’opera è costruita utilizzando materiali strettamente legati alla pesca,da sempre principale attività di sussistenza del luogo:i suoi grani sono delle boe galleggianti solitamente utilizzate per delimitare le zone di balneazione o le reti da pesca;la Madonna e la Croce, invece,invisibili dalla riva perchè immersi in acqua, sono stati realizzati con la tecnica solitamente usata dai pescatori nella costruzione dei"corpi morti",strutture in cemento armato alle quali vengono ancorate le imbarcazioni al largo.La corona di galleggianti, ancorata sul fondale marino dai due "corpi morti", delimita così uno spazio nel mare visibile in superficie. Questa immagine apre una problematica più generale, quella dello spazio pubblico sempre più spesso vissuto e organizzato come privato.L'aspetto religioso dell'opera, invece,fa riferimento, da un lato alla necessità dell'uomo, di qualsiasi razza e fede religiosa, di creare un luogo votato alla preghiera; dall’altro a quella specie di animismo ancora molto presente nel sud, seppur combinato ad alcuni riti folkloristici spesso legati al mare e all'attività dei pescatori, intenti a ringraziare la benevolenza divina posizionando sul fondo del mare, statue di madonne ed in superficie corone di fiori.

Comunicato segnalato da: Maria Grazia Taddeo

Documento creato il 15/06/2007 (10:46)
Ultima modifica del 16/08/2007 (19:16)

Fortune Cookie...

Se la pazienza arriva in gola, ben presto se ne vola
Il salento che lavora
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124