INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Mercoledì
20 Giu 2018

Sant' Ettore Martire

Luna: Primo Quarto

Non ti fidare di chi ha due facce.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » In the food for love
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2008

mostra altre voci

In the food for love

10 - 17 aprile 2008

In the food for love Spettacolo di cucina, musica e circo contemporaneo

  • Tour Italiano:10-13 aprile. Teatro Eliseo. Roma
  • 15 aprile. Teatro comunale di Potenza.
  • 17 aprile. Teatro Politeama Greco di Lecce

di donpasta.selecter

  • Voce narrante: donpasta.selecter
  • Con: Compagnie Food Sound Circus
  • Regia: Chloé Ban, donpasta e Compagnie Food Sound Circus
  • Produzione: Mairie de Toulouse, Ecole de Cirque le Lido e Fondazione Nuovi Mecenati

"La creazione musicale, gastronomica e circense "In the food for love" ha riunito tutti gli ingredienti per un gran momento di scena. Attorno a donpasta, occupato a pelare legumi e a raccontare pezzi di vita sentimentale, i musicisti del gruppo Fama Volat et degli artisti provenienti dall'Ecole de cirque Le Lido hanno dato corpo e spirito ad una idea originale e accattivante di spettacolo. Una sorta di tuttifrutti culturale, unione di nostalgia, speranza, riflessione, fantasia et freschezza. Mentre zucchine, peperoni, melanzane fondono nell'olio e risvegliano i sensi degli splendidi numeri di circo illuminano lo sguardo. Della grande arte su tutta la gamma al servizio di testi visceralmente umanisti. Con "In the food for love", Tolosa ha riconosciuto alla cucina delle virtù culturali, profondamente ancorata nella nostra civilizzazione mediterranea, raramente è stata servita così generosamente." La Depeche. 11.08.2007. Jean-Luc Martinez. Toulouse

Sotto un tetto di stelle, un narratore, quasi un griot, parla di gastronomia per raccontare la storia del Mediterraneo, tra il Salento, la Spagna e Toulouse. Un gruppo di musicisti lo accompagna mentre giocolieri e acrobati preparano la tavola. Nel suo mondo la cucina è il momento degli affetti, del cucinare per se stessi e per gli altri. E’ il tempo dei pensieri solitari che si nascondono dietro gesti pazienti e profumi intensi. In the food for love non è uno spettacolo di cucina, ma uno spettacolo che ruota attorno ad essa, come luogo sociale, punto di incontro di storie e persone, in quella porta sempre aperta per ricevere ospiti ed amici, tra grandi tavole imbandite per tanta gente. Quattro storie si intrecciano attorno ad un fuoco ed una grande tavola imbandita mangiando una ratatouille cucinata in scena, piatto simbolo del Mediterraneo, semplice e saporito, presente con nomi diversi in tutte le gastronomie nazionali. Un amante di Picasso alla ricerca di Guernika assieme ad un esule spagnolo, due amanti tra Parigi ed infiniti treni per incontrarsi a metà strada, un viaggiatore solitario che parte dall'Italia per andare in giro per il mondo con la sua auto piena di conserve, un africano che abbandona la sua terra tra speranze e tristezza.

Il circo diviene strumento di sovversione provocatoria e poetica dei luoghi di cucina, in una trasformazione della realtà, che rinasce sotto altre forme, attraverso un movimento di immagini, suoni e parole. Una patata ed una cipolla come strumenti di giocoleria. Una tavola imbandita come tappeto per acrobazie gastronomiche. La cucina diventa così un mondo apparentemente senza funzione e senso in una formula matematica che non ne rispetta le regole, dove l’insieme degli elementi disaltera la legge, ed uno più uno che fa più di due e dove immaginazione e fantasia costituiscono la scansione del tempo.In the food for love è una elegia alla assoluta perdita di tempo, in una rivoluzione disutile, che non produce niente ma crea, in una commistione di circo, cucina, musica e cinema."In The Food For Love" va lasciato cuocere per giorni e notti e poi servito caldo, accompagnato con un buon vino rosso.

Musica: Frederic Cavallin (batteria), Maxime Delporte (Contrabasso), Ferdinand Doumerc (saxophones), Julien Touery (Piano)Circo: Stephane Doutournier, Laure Serie (Acrobazia), Stephane Fillion (Giocoleria), Alrik Reynaud (Giocoleria, acrobazia), Jennifer Francois (Trapezio)Creazione

video: Fabrice Ferries Crazione luci: Philippe MairelCreazione decorazione: Maoul e Gypsi

DONPASTA

Don Pasta selecter è un dj-economista, appassionato di gastronomia. Il suo primo progetto, "Food sound system" è divenuto un libro, edito da Kowalski, e uno spettacolo multimediale, ancora in tournée in Italia, Francia e Spagna. Ha partecipato ad importanti eventi, come all’Auditorium di Roma, a Slow Food on film, al Time in Jazz di Paolo Fresu, alla Città del Gusto del Gambero Rosso, a Taste di Pitti immagine a Firenze, al Mescolanze Food Festival di Rovereto o alla Notte Bianca di Napoli. Scrive regolarmente per Left Avvenimenti e Week-end viaggi e collabora con Smemoranda, Alias, l’Università del Gusto di Slow Food, CasArtusi e Cultura gastronomica. Attualmente vive a Toulouse, dove lavora sul progetto "In The Food For Love", spettacolo di cucina e circo contemporaneo ed alla registrazione del disco "The Dark Side of Food".

Documento creato il 06/04/2008 (14:17)
Ultima modifica del 07/05/2008 (15:23)

Fortune Cookie...

Un piccol nuvolo guasta un bel sereno.
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124