INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Venerdì
17 Ago 2018

San Giacinto

Luna: Fra 1 gg
Primo Quarto

L'ignoranza é la peggiore delle povertà.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Gioielli di Basaldella
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2008

mostra altre voci

I Gioielli di Basaldella

16 dicembre 2007 - 30 marzo 2008

dino basaldella, spilla, 1965, oro, brillanti e tuMostra "I Gioielli di Dino Basaldella. Progetti, bozzetti e oreficeria". Udine, Gallerie del Progetto, Palazzo Morpurgo,via Savorgnana 12 - 16 dicembre 2007 - 30 marzo 2008.

Inaugurazione: sabato 15 dicembre 2007 ore 11.00

Verrà inaugurata sabato 15 dicembre alle ore 11.00, presso le Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo in via Savorgnana 12, la mostra dedicata alla produzione orafa di Dino Basaldella, promossa dal Consiglio Regionale, con il sostegno della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, attraverso l' Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, e organizzata dalla Galleria d'Arte Moderna di Udine.

La mostra, curata da Giuseppe Appella e Isabella Reale, si avvale della consulenza di un comitato scientifico composto da Caterina Basaldella, Paolo Campiglio, Giorgio Forni, Gilberto Ganzer, e presenta per la prima volta al pubblico i gioielli relizzati da Dino, attraverso oltre 136 opere corredate da settanta disegni preparatori, e accompagnate da gessi e brattee a illustrare le varie fasi di tale produzione, dal progetto al modello, e da alcune sculture per confronto con la sua più nota produzione plastica, per un totale di 257 opere. La mostra, allestita da Ferruccio Montanari, sarà corredata entro breve dalla pubblicazione del catalogo generale degli ori in corso presso l'editore De Luca di Roma.

Tra i più convinti assertori dell'oreficeria come campo espressivo e di ricerca tecnica specifico e parallelo a quello della scultura, Dino Basaldella (Udine,1909 – 1977) vi si dedicò fin dalla metà degli anni Trenta, influenzando anche i fratelli Mirko e Afro in particolare per ciò che concerne la specificità della tecnica. La volontà di sperimentazione lo portò a lavorare a sbalzo inizialmente su piastrine di metallo leggero con una punta in bosso.

Nascono così placchette con raffinate scene arcadiche e successivamente veri e propri gioielli seguendo le tendenze della ricerca figurativa o astratta – come ad esempio nei bracciali a intreccio aperto – attraverso un'attenta elaborazione testimoniata dai numerosi studi, disegni e bozzetti, a matita e a tempera, che, insieme ai calchi e ai modelli originali, ancora si trovano tra i materiali provenienti dal suo studio udinese.

Tra la fine degli anni Cinquanta e i primi Sessanta si datano ad esempio una serie di spille intese come vere e proprie piccole sculture che si affiancano a quelle in ferro realizzate su scala maggiore: impreziosite dall'inserimento di piccoli brillanti e smeraldi, con oro decapato e lucidato nelle parti di rilievo, molti di questi gioielli nascono dalla collaborazione con il noto gioielliere romano Masenza, in contatto anche con Mirko.

Ma la produzione orafa di Dino comprende anche la oreficeria sacra, oggetti d'arredo etc., molti dei quali si conservano in Friuli. Negli anni Sessanta, prima di ricoprire la cattedra di scultura all'Accademia di Belle Arti di Brera, Dino insegna all'Istituto Statale d'Arte di Udine, e il suo esempio di maestro aperto e disponibile a trasmettere il suo sapere ai numerosi allievi e seguaci ha dato vita proprio a Udine ad una tradizione di ricerca e di modernità applicata all'oreficeria.

La mostra sarà visitabile con i seguenti orari di apertura: da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 18.00 sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00 domenica e festivi dalle 9.30 alle 12.30,anche in orario diverso su prenotazione.Le mattine dal martedì al venerdì apertura su prenotazione per le scuole e per gruppi non inferiori a 15 persone.

Ultimo ingresso pomeridiano ore 17.40Prenotazioni per scuole e/o gruppi tel. Palazzo Morpurgo n 0432 414742Biglietti:Ingresso intero - Euro 3,00 - ridotto Euro 2,00 - scolaresca Euro 1,00 - festivo Euro 1,00L'acquisto di un biglietto della mostra dà diritto all'ingresso gratuito alla Galleria d'Arte Moderna e alla visita della mostra dedicata a "Mirko. I disegni (1935-1964) e i gessi della donazione Zariski" dal 1. 12.2007 al 30.3.2008 presso la sala didattica del museo.

Informazioni: tel. 0432 295891 / fax 0432 504219

Documento creato il 15/12/2007 (20:10)
Ultima modifica del 07/05/2008 (15:09)

Fortune Cookie...

I gran dolori sono muti
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124