INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Sabato
20 Ott 2018

Sant' Irene del Portogallo Martire

Luna: 4 gg dopo
Primo Quarto

L'avaro in punto di morte rimpiangerà i soldi spesi per la bara
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Teatro a Casarano
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2006

mostra altre voci

Teatro a Casarano

7 agosto ore 21,15

Marco Paolini e I Mercanti di liquore a Casarano per OLTREMARE/ENTROTERRA

Lunedì 7 agosto c'è una sola meta nel Salento per gli appassionati del teatro di qualità: a Casarano in piazza Diaz per la rassegna OLTREMARE/ENTROTERRA promosso dall'Amministrazione Comunale di Casarano in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese e Cantieri Teatrali Koreja di Lecce.

Evento clou è il ritorno di Marco Paolini e i Mercanti di Liquore con uno spettacolo di grande successo, Song n. 32 – Concerto variabile che sta raccogliendo in tutta Italia folle oceaniche.. E' una sorta di concerto popolare, fatto di musiche originali composte ed eseguite dai Mercanti di liquore e testi in parte di poeti come Biagio Marin, Gianni Rodari,Giacomo Noventa, Dino Campana, in parte scritti da Marco Paolini, in parte tratti dalla vasta opera di ballate – filastrocche di Rodari.

Il tema conduttore è legato all’acqua e alla lotta tra chi vuol trattarla come merce e chi crede che essa debba essere sottratta alle regole del mercato e del possesso. A questo tema si riconducono in vario modo canzoni e brevi pezzi teatrali.

Un repertorio collaudatissmo con inserti degli Album, brani dal Sergente nella neve di Rigoni Stern, versi degli amati poeti veneti e poi i motivi popolari reinventati dai Mercanti di Liquore in un alternarsi di monologhi e canzoni che ci riportano alla mente Giorgio Gaber e soprattutto con un Marco Paolini nei panni di un cantante rock. In scena oltre a Marco Paolini, Lorenzo Monguzzi, Piero Mucilli e Simone Spreafico. Marco Paolini è assiduo frequentatore del già dagli anni 80 quando incontra Koreja ad Aradeo. Sono di quegli anni gli spettacoli con Teatro Settimo di Torino Riso Amaro, 1987, Libera nos, 1989 La storia di Romeo e Giulietta, 1991 Villeggiatura. Smanie, avventure e ritorno,1993).Successivamente intraprende il suo personale percorso di narratore. Dopo aver attraversato varie esperienze nei gruppi di base, con stage al centro di Pontedera e all’Ista, (International school of theatre antropology) la scuola di Eugenio Barba, Marco Paolini arriva al successo con il Racconto del Vajont, trasmesso da Rai Due quasi di nascosto, il 9 Ottobre 1997 e rappresentato in circa 200 teatri e luoghi non teatrali (Premio UBU 1995 per il teatro civile e Premio I.D.I. 1996).Nel 97 porta in palcoscenico Il Milione - Quaderno Veneziano. Segue poi Bestiario veneto stagione teatrale 1999-2000, Bestiario Italiano, i cani del gas. Il grande pubblico riscopre anche gli spettacoli precedenti, gli Album, un ciclo di spettacoli "teatronovela in forma di monologo" che conta finora quattro episodi Adriatico, 1987; Tiri in porta,1990; Liberi tutti, 1992; Aprile, 1974 e 1975, 1994. Marco Paolini continua a viaggiare attraverso percorsi originali e trasversali tra teatro - la sua "matrice, il luogo in cui nascono le parole" - e cinema, televisione, Dvd. Paolini ha infatti trasportato la sua straordinaria capacità interpretativa anche nei filmati dei suoi spettacoli, in cui ha indagato aspetti cruciali della storia politica e sociale italiana per portarli a un pubblico più ampio possibile, e ha incontrato occasionalmente il cinema, con partecipazioni in Manila Paloma Blanca di Daniele Segre, Caro Diario di Nanni Moretti, I piccoli maestri di Daniele Luchetti e Il toro e La lingua del Santo di Carlo Mazzacurati.Oltremare/Entroterra chiude con il botto nel vero senso della parola e con una esclusiva nazionale: mercoledì 9 agosto, nel centro storico di Casarano con partenza da Piazza S.Domenico, la straordinaria esibizione di XARXA Teatre con lo spettacolo itinerante EL FOC DEL MAR. Xarxa è una compagnia di teatro di strada spagnola tra le più famose al mondo sul solco di una tradizione che vede in El Comediants e La Fura dels Baus i suoi principali artefici. Xarxa Teatre esplora costumi e tradizioni delle feste valenciane dove la musica popolare si combina con una varietà straordinaria di fuochi d’artificio e altri stratagemmi correlati al fuoco ed una attenzione tutta speciale agli effetti sonori, visivi e persino olfattivi e con la capacità di trasformare luoghi ordinari e quotidiani in scenari meravigliosi. Insomma una grande festa di colori, luci, suoni ed emozioni. Sedici attori coinvolgeranno il pubblico in una avventura unica, ricreando una terribile tempesta in mezzo al mare.Uno spettacolo grandioso di estremo divertimento dove il fuoco viene trasformato in acqua. Ingresso libero Inizio spettacoli ore 21,15 Info: 0833 514246 514242
Comunicato segnalato da Ufficio Stampa KorejaDocumento creato il 04/08/2006 (12:15)
Ultima modifica del 15/12/2007 (20:18)

 

Articoli collegati, per maggior approfondimento:

Altro su questo portale Internet:

  1. OLTREMARE/ENTROTERRA,
    (http://japigia.com/docs/index.shtml?A=m_casar2)
    Il teatro delle emozioni forti per OLTREMARE ENTROTERRA

Fortune Cookie...

Chi smette di essere amico, non lo è stato mai.
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124