INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Domenica
18 Nov 2018

Dedicazione delle basiliche dei Santi Pietro e Paolo Apostoli

Luna: 3 gg dopo
Primo Quarto

Non tutti diventan ricchi quelli che vanno in cerca dell'oro.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » BERAFEST05
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2005

mostra altre voci

BERAFEST05

24 e 25 giugno 2005 – CORBETTA (MI)

BERAFEST05: italian sounds and other stuffs… 24 e 25 giugno 2005 – CORBETTA (MI) Parco di villa Pagani (p.zza XXV Aprile)

L'Associazione BeraNera presenta il cartellone della terza edizione del festival di musica indipendente underground, Berafest05.
Dopo la riuscita delle scorse edizioni, che hanno visto alcuni tra i maggiori esponenti del panorama musicale indipendente italiano (Julie's Haircut, Giardini di Mirò, One Dimensional Man, Marco Parente, Yuppie Flu, Three Second Kiss e molti altri..) il festival si apre quest'anno ad artisti di provenienza internazionale.
Questo, sinteticamente, il cast delle due serate (le biografie degli artisti le trovate più sotto):

Venerdì 24/6 -

  • Apertura h.19
  • h.20: A hawk and a Hacksaw (one-man folk-band, USA)
  • h.21: Ronin (post-rock balcanico, IT)
  • h.22: Velma (electro + visual, CH)
  • …special guest: dj Onga/MartiniBros

Sabato 25/6 –

  • Apertura h.18
  • h.19: G.I. Joe (amazing powerduo, IT)
  • h.20: Offlaga DiscoPax (collettivo neosensibilista, IT)
  • h.21: Red Worms' Farm (powerock trio, IT)
  • h.22: SuperSystem (Indie-punk-funk-dance, ex El Guapo, USA) + visuals_otolab
  • …special guest: dj Onga/MartiniBros

I concerti si svolgeranno nella cornice del parco della Villa Pagani (primi del ‘900) in p.zza XXV aprile a Corbetta (MI). L'ingresso è libero a sottoscrizione.

Come arrivare: autostrada Milano-Torino, uscita Arluno. Oppure S.S.11 seguire per Corbetta-centro.

La manifestazione è realizzata dall'associazione Culturale BeraNera con il contributo del Comune di Corbetta e il Patrocinio della Provincia di Milano.Official partner: Jail di Legnano. Mediapartner: Sonicbands, Musicboom, IndieZone, Movimenta.com, Musicaoltranza.

Presentazione del programma:

VENERDì 24 - Apertura h.19.00

  • h.20: aperitivo con A HAWK AND A HACKSAW
    Spettacolo affascinante ad iniziare dalla line-up: percussioni, accordion, violini, arpe e un'infinità di strumenti che sembrano usciti da un museo antropologico. Jeremy Barnes, dopo le esperienze con bands come Neutral Milk Hotel e Broadcast, si stufa degli strumenti elettronici ed inizia ad interessarsi alle musiche della tradizione orientale europea, al klezmer e al mariachi. Ma niente di "celebrativo": tutti gli spunti sono rielaborati in chiave personalissima e danno vita a una sorta di folk-intimista assai affascinante. A dimostrarlo il suo secondo album uscito come A Hawck And A Hacksaw, Darkness at noon, uscito per Leaf , etichetta elettronica londinese (nel roster Manitoba/Caribou, Murcof, Icarus…).
  • h.21: RONIN
    Dai tempi dei Wolfango e del Consorzio Produttori Indipendenti Bruno Dorella è un assiduo frequentatore dei palchi di tutta Europa e Nord America: con i suoi numerosi progetti, tra cui Ovo e il recente Bachi da Pietra – di cui è appena uscito l'album che è valso la copertina su BlowUp del maggio scorso – è ormai un istituzione nel panorama underground italiano.
    Ronin potrebbe essere giusto la controparte musicale di tutti questi progetti: canzoni tristi, lenti strumentali, colonne sonore per film immaginari… I riferimenti vanno dal rock di "frontiera" (vedi Calexico) al post-rock più tranquillo alle musiche della tradizione balcanica. Qualcuno di voi avrà ascoltato recentementeil pezzo "I'm like just you" nella colonna sonora del film di Vittorio Moroni "Tu devi essere il lupo". Dal vivo suonano ancora più interessanti…
  • h.22: VELMA
    I Velma sono un trio di Losanna, con all'attivo diverse produzioni (tra cui l'ultimo cd, Ludwig, uscito nel 2003) e collaborazioni, autori di canzoni e musiche molto eleganti tra new-wave, electro e pop, solitamente accompaganati dal vivo da una suggestivo visual-set. Lo scorso anno vennero per la prima volta in Italia per una manciata di date in cui lasciarono stupefatti gli spettatori per l'intensità del loro live… "Quella dei Velma è una musica che si avvale, sì, di loops, sampling, certosine rielaborazioni in studio, sottili stratificazioni di noise e drones, riverberi e saturazioni gestite come polpa malleabile e manipolabile, ma dentro un corpo sonoro di ‘rock' sfilacciato e ormai considerato impossibile…" (BlowUp)
  • ospiti della serata: dj Onga/MartiniBros

SABATO 25 - Apertura h.18

  • h.19: aperitivo con G.I. JOE
    G.I.Joe sono un duo basso e batteria da Conegliano, Treviso, suonano un mix di mathrock, funk e rock'n'roll... suonano insieme da 5 anni, hanno all'attivo quasi 100 concerti, hanno un disco su Fooltribe (Clito's Angel, 2004) e a presto uno split per l'austriaca Interstellar records con i francesi Room204...Hanno diviso il palco con Ruins, Oldtimerelijun, El Guapo, Kid Commando, Exmodels, Blackeyes e altri. Dal vivo sono una bomba.
  • h.20: OFFLAGA DISCO PAX
    Offlaga Disco Pax è un "collettivo neosensibilistacontrario alla democrazia nei sentimenti che aderisce al Movimento per il Socialismo Tascabile".Il trio si è formato a Reggio Emilia nel 2003. OfflagaDiscoPax propone ciò che qualcuno ha definito "Elettronarrativa Elettorale".Si sentono apocalittici, integrati, naif. I brani, descrittivi, tra elettronica low-fi ed un attitudine tra CCCP, New Order e Massimo Volume, sonorizzano storie, eventi reali, spesso ambientati nella loro terra d'origine...
    Dopo aver polverizzato le prime 2000 copie del disco "Socialismo Tascabile" (Santeria) in meno di un mese,gli Offlaga Disco Pax arrivano sulla copertina della rivista musicale Rumore di giugno
  • h.21: RED WORMS' FARM
    I Red Worms' Farm sono sicuramente una delle indie band italiche dal più impressionante impatto live.. "un corroborante concentrato di noise e indie-rock basilare. Dinamici e istintivi, i Red Worms' Farm sono quello che deve essere un vero gruppo rock: un pugno ai vostri timpani, una melodia per le vostre emozioni" dopo Troncomorto (Fooltribe, 2002), prodotto da Giulio Favero - ex One Dimensional Man - e l'ottimo split-cd con i the Paper Chase (robotradio rec, 2004) il nuovo album Amazing li colloca di diritto nell'Olimpo dell'indie-rock italiano (e non solo).
  • h.22: SUPERSYSTEM
    Nati in mondo musicale diviso per stile, i Supersystem si sono invece specializzati nel far saltare qualunque barricata di genere. Con due uscite su Dischord (etichetta dei Fugazi) con cui hanno esplorato il freejazz, il trancepunk e una dance in qualche modo fuorimoda, il quartetto di Washington DC/New York, noto fino a questo momento come El Guapo, si inoltra in un nuovo territorio con il suo debutto su Touch & Go "Always Never Again".
    Guidato dalla morbida produzione del tastierista Pete Cafarella (anche session man per i Rapture) e del virtuoso chitarrista Rafael Cohen, questo album – registrato dallo stesso gruppo – mostra l'abilità della band di fondere pop, punk, dancehall e influenze "world" in uno spumeggiante stufato i cui ingredienti sono, in parti uguali, Kraftwerk, Timbaland ed Ethiopiques. Quasi 300 concerti nei passati tre anni con band come Q And Not U, Gossip e Pinback e l'inserimento del batterista Josh Blair (l'uomo macchina dietro il progetto prog su Ipecac Orthlem) hanno trasformato i Supersystem in una forza con cui fare i conti!

    Il live dei Supersystem sarà accompagnato da un visual set di Otolab: nasce nel 2001 a Milano da un gruppo di affinita' che vede musicisti, dj, vj, videoartisti, videomaker, web designer, grafici e architetti unirsi nell'affrontare un percorso comune nell'ambito della musica elettronica e della ricerca audiovisiva. Il gruppo di lavoro si compone di progetti individuali e collettivi per i quali sono stati utilizzati linguaggi che vanno dall'elettronica sperimentale alla techno, dal dub alle sonorità industriali, sempre alla ricerca di un rapporto simbiotico con l'immagine e il video, fino al live media e all'installazione interattiva.
    In questi tre anni di lavoro, Otolab è stato ospitato in festival e manifestazioni nazionali e internazionali partecipando con liveset, seminari e installazioni e ha collaborato alla realizzazione di iniziative culturali autogestite.
  • ospiti della serata: dj Onga/MartiniBros

Comunicato segnalato da Associazione BeraNera

Documento creato il 23/07/2005 (23:04)
Ultima modifica del 23/07/2005 (23:04)

Fortune Cookie...

Chi uno ne castiga, cento ne minaccia
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124