INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Mercoledì
23 Mag 2018

San Doroteo Monaco russo

Luna: 1 gg dopo
Primo Quarto

Gatto che non è goloso, non piglia mai sorcio
Meteo nel Salento: temp. 13 C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » TIME ZONES
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2005

mostra altre voci

TIME ZONES

Venerdì 11 novembre

Pala Martino h. 21 Euro 15 + dir.prev.(in abbonamento)
GIOVANNI SOLLIMA & MAURO PAGANI
Nasce per Time Zones l'incontro tra questi due straordinari musicisti italiani.

Una folgorazione tra due mondi lontani per un'idea diversa della musica italiana.

Il violoncellista palermitano Giovanni Sollima ha impressionato la critica musicale internazionale per aver dato voce a Bach ed alla Vucciaria, per aver combinato elegantemente minimalismo anglosassone e tradizione mediterranea, rigore accademico e spirito rock. Ha collaborato con mostri sacri come Glass, Bob Wilson e Carolyn Carlson e rappresenta una delle più belle realtà dell'orizzonte contemporaneo italiano.Un panorama avaro di personalità riconoscibili anche per la scarsissima visibilità che concede il mercato a tutte le musiche altre dalle play-list e dalle parrocchie stilistiche allineate e coperte. Nella produzione discografica di Sollima (su tutti Aquilarco, Spasimo, Canti) nelle sue avventure live (Songs from Divine Comedy) e nella sua musica per il teatro ed il cinema (I cento passi) vi sono pagine meravigliose che rappresentano uno dei pochi veri episodi internazionali dell'ultima musica italiana.

Mauro Pagani, geniale coscienza critica della musica italiana, rappresenta uno dei pochi episodi nostrani di nomadismo musicale. Instancabile ed inappagabile viaggiatore tra generi musicali diversi ha saputo regalare intuizioni ed invenzioni ovunque abbia fatto tappa. La sua biografia narra di questo splendido percorso dalla PFM, in assoluto il più grande episodio rock italiano, al miglior jazz anni 80, dalla sua personalissima rilettura delle musiche del mondo e le colonne sonore per Salvatores, alla grandissima avventura creativa con De Andrè con "Creuza de Ma" ,"Le Nuvole" e "1991 Concerti". Prezioso il suo recente apporto non solo come produttore, nelle sue "Officine Meccaniche" accanto ad alcuni signori della musica italiana come Nada, Cristina Donà, Almamegretta, Ligabue, Massimo Ranieri, Enzo Jannacci, Roberto Vecchioni, Blue Vertigo etc. Infine la personalissima riedizione di "Creuza de ma" è stato l'avvenimento musicale italiano dell'ultima stagione.

Sabato 12 novembre

Pala Martino h. 21 Euro 15 + dir.prev.(in abbonamento)
ARTO LINDSAY TRIO
Arto Lindsay voce e chitarra, David Boyle tastiere, Melvin Gibb basso.

"Newyorchese carioca" Arto Lindsay compositore, cantante, chitarrista e produttore è una delle menti più geniali della New York musicale degli ultimi 20 anni.
Golden Palominos, Lounge Lizard, DNA, Ambitous Lovers le band di cui è stato anima, il suo percorso è fatto di anni di sperimentazione e di incontri e collaborazioni che spaziano in ambiti non solo musicali. Per citarne solo alcuni, ha collaborato con B. Eno, Laurie Anderson, Sakamoto, John Zorn, Mattew Barney, D.Byrne, H.Muller, C.Veloso, M.Monte, C. Evora,V.Cantuaria, dj Spooky etc... In lui vi è una sintesi unica di generi diversi un incontro tra il samba, la bossa-nova ed il punk; un'elettronica soave ed un uso tagliente ed acido della chitarra elettrica.
Il suo approccio senza confini ha ispirato e richiesto collaborazioni da musicisti di ogni tipo, dai Sonic Youth ed i Lamb ai nostri Avion Travel a cui ha prodotto il loro penultimo lavoro.
"Un grande lavoro che ha saputo squarciare le tenebre della musica contemporanea con sciabolate di luce profonda, filosofia e dolcezza sublime d'ascolto".

Mercoledì 16 novembre

Pala Martino h. 21 Euro 15 + d.p.(in abbonamento)
COCOROSIE

Le sorelle Sierra e Bianca Casady sono uno dei fenomeni musicali del momento. L'incontro di due percorsi musicali diversi: una proveniente dalla musica classica con un'esperienza da cantante lirica e l'altra dal mondo dell'hip-hop. Il loro disco d'esordio "La Maison de Mon Réve"del 2004 ha fatto gridare più o meno tutti al capolavoro.Questo intreccio di blues del Delta, Billie Holiday, pop d'antan, trip-hop alla Portishead è comparso al centro della scena indie come la colonna sonora di una" guerra tra fate" una limpida e geniale follia che ha scaraventato queste due sorelle eteree ed animalesche verso un inatteso successo planetario. La loro seconda avventura discografica ,"Noah's Ark" da poco fuori, è infatti il diario di questo viaggio lungo il mondo fatto di tours, stanze d'albergo ed incontri con altri artisti divenuti poi splendide collaborazioni (Anthony& The Johnsons, Devendra Banhart, Joanna Newson, Spleen, Diana Clape, Gena Hunter) che hanno impreziosito questa seconda tappa di quello che si annuncia come uno dei percorsi più originali della scena musicale contemporanea.

Venerdi 25 novembre

Target, Bari h. 22 Euro 10 (in abbonamento)
Una sorta di festa dove abbiamo chiesto ad alcune realtà baresi di immaginare un progetto per i 20 anni di Time Zones. Ospiti della serata:
- KONKI DUET trio Autrici di un folgorante album d'esordio composto da dodici brani cantati in francese, giapponese ed inglese, le Konki Duet sono un meraviglioso esempio di raffinatezza elettroacustica. Seducenti ed originali sia per il loro lato euforico che per quello tenebroso, le ragazze parigine hanno conquistato un posto di tutto riguardo sulla scena europea grazie ad un delicatissimo pop e ad atmosfere fiabesche

- EUROPA Project (Carlo Chicco/Antica Pasticceria Digitale) Nasce come un omaggio ai 20 anni di Time Zones e vede il coinvolgimento di dj e vj baresi alle prese con una sorta di live installation concepita con l'utilizzo di una serie di macchine, telefonini, lettori cd portatili, walk-man ed altro..

- GHOST TRANSMISSION Nasce come un omaggio

Martedì 29 novembre

Vallisa h. 21 Euro 15 +dir. prev. (in abbonamento)
ZEENA PARKINS e IKUE MORI sono due musiciste e compositrici tra le più innovative dell'attuale scena mondiale. Puntigliose sperimentatrici, esploratrici del suono nella sua dimensione più pura. Provenienti da percorsi artistici molto diversai, Zeena Parkins e Ikue Mori si incontrano in un sofisticato ed estremo progetto musicale tutto al femminile finito sotto i riflettori di tutta la grande stampa musicale.

Zeena Parkins, compositrice e strumentista, è una pioniera dell'arpa elettrica: è stata in grado di estendere le possibilità musicali di questo strumento con l'invenzione di originali tecniche esecutive e con rivoluzionari processi digitali. Ha lavorato all'incontro dell'acustico con l'elettronico, del digitale con l' analogico. Ha realizzato le colonne sonore di film, video, spettacoli teatrali e soprattutto, coreografie di danza. Negli ultimi anni è stabilmente accanto a Bjork, dal disco "Vespertine" ai suoi tour mondiali, e collabora con John Zorn , Lee Rinaldo dei Sonic Youth, Fred Frith ed Elliot Sharp.

Ikue Mori, dopo aver lasciato Tokyo per New York nel 1977, ha iniziato la sua carriera suonando la batteria accanto ad Arto Lindsay e Tim Wright nei DNA, la mitica band da cui è scaturito il movimento No Wave. Oriente, sensualità ed ossessione saranno i temi nel suo inconsueto approccio alle percussioni. Pioniera già a metà degli anni 80 della drum machine, attraversa gli anni 90 newyorchesi collaborando ad un infinito numero di produzioni. Nel 1999 riceve il "Distintive Award for Prix Ars Electronics Digital Music", uno tra i più importanti riconoscimenti Usa in ambito elettronico. Oggi continua la sua instancabile collaborazione ai più disparati progetti che la vedono insieme tra l'altro a John Zorn, Dave Douglas, Kim Gordon, Jim Gordon, Jimy O'Rourke e dj Olive.

Comunicato segnalato da: Ufficio Stampa Michele Casella

Documento creato il 22/11/2005 (11:10)
Ultima modifica del 22/11/2005 (11:10)

Fortune Cookie...

Un vero ottimista riesce a ridere col mal di denti
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124